Contattami

alemammadibea@gmail.com

mercoledì 21 marzo 2012

Chiuso per fallimento!



Avevo in mente tutt'altro post per oggi: avrei potuto mostrarvi finalmente il lavoretto per la festa del papà, senza più la preoccupazione di vanificare la sorpresa; mettervi al corrente dei piccoli (grandi!) cambiamenti che sto apportando in alcuni punti della casa, in termini di organizzazione, grazie alla "Santa Ikea", e invece...

...mi sento delusa, amareggiata, fallita!

Ultimamente faccio una fatica tremenda nel rapporto con i miei figli: qualunque cosa chieda loro, non sortisco alcun effetto, le mie sono parole al vento, qualunque sia la mia richiesta; sono costretta ad alzare al voce per farmi sentire, minacciare, talvolta.
Tutto questo fa crescere dentro di me una rabbia indicibile , rabbia verso me stessa, perchè  incapace di riuscire a farmi ascoltare, neppure mettendo in atto qualche strategia: con loro non serve a niente!!!

Quando li vado a prendere all'asilo, E per strada scappa da tutte le parti, oppure improvvisamente si ferma e non vuole più ripartire (meno male che il tragitto è breve!);  B comincia con tutte le richieste più assurde su come fare merenda e cerca, ogni volta, di prolungare l'oretta di cartoni concessa nel pomeriggio. Se proponi loro un lavoretto creativo da fare insieme, inizialmente si rifiutano per farsi venire l'ispirazione creativa quando siamo prossimi alla cena... La cena, poi, non ne parliamo: quando l'uno, quando l'altro non sono mai contenti di quello che hanno nel piatto...Dopo, pregali perchè si preparino per andare a letto; intima ad E di stare fermo e zitto mentre si legge la storia della buonanotte...
...e meno male che papàdibea, quando torna dal lavoro, mi aiuta e sostiene tantissimo!!!


Questo scontro continuo per le cose più banali e ordinarie mi sta davvero logorando e rischia di inquinare il nostro rapporto: è come se da loro non mi aspettassi più niente, se non delusioni e arrabbiature.
In cosa sto sbagliando? Sono troppo rigida?  troppo esigente? Il guaio è che sono piena di sensi di colpa per la paura di fare dei danni in termini di educazione...
Lo so che sbaglio, in fondo sto parlando di bimbi ( di quattro e mezzo e tre anni e mezzo, A, grazie al cielo, per ora è più malleabile!! ); so bene e me lo ripeto, che i loro modi provocatori non sono espressione di cattiveria, né tantomeno di mancanza di amore nei miei confronti: sono sintomo di crescita, di un'autonomia conquistata a suon di opposizioni, per cercare conferme e coerenza in me, mettendomi continuamente alla prova...PERO', permettetemi lo sfogo, non ce la faccio più!!!

Stiamo attraversando una nuova fase, che come le altre passerà, lasciandosi dietro solo il ricordo della fatica (e talvolta nemmeno quello, per fortuna!),  e portando con sé un cambiamento in positivo in loro sì, ma anche in me!

CORAGGIO, ALLORA!!!

10 commenti:

  1. no dai, quale fallimento! Secondo me è una fase che passa! Io sono giorno che sgrido lo Gnomo perchè cerca di scappare fuori da scuola. Ieri l'ho riacchiappato per l'ennesima volta e gli ho dato una bella sgridata, con il risultato che si è offeso e si è voluto fare tutta la strada in braccio :((( coraggio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Tutto sta a farla passare rimanendo in piedi...sennò poi chi li porta in braccio...no? Ciao!

      Elimina
  2. E' uno sfogo del tutto normale il tuo, è naturale che ci siano giorni in cui va tutto storto, ma è l'età, è l'asilo che li agita ed è la primavera! Vedrai che passerà, e tornerai serena..magari già domani andrà meglio! Sai come sono fatti i bimbi no?? Coraggio, siamo tutte sulla stessa barca, chi prima, chi dopo ; chi più e chi meno! Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già! Alla primavera non avevo proprio pensato... Sai che dopo aver pubblicato il post stavo già meglio? Il fatto di poter condividere situazioni analoghe con chi le vive, o le ha già vissute aiuta davvero , per cui grazie mille del tuo incoraggiamento. Ciao!

      Elimina
  3. Non ho figli ma per l'ansia sull'educazione credo di capirti, o meglio, l'avrei anch'io! Però dai non parlare di fallimenti, i bambini piccoli spesso fanno così per attirare attenzione, non hanno il senso della responsabilità. Non pensare negativo... vedrai che il tempo aiuterà moltissimo! Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  4. Grazie per il calore che mi hai comunicato con il tuo intervento. Torna presto a trovarmi. Ciao 

    RispondiElimina
  5. Coraggio, hai sempre nostro Signore Gesù Cristo che ti è accanto, alza gli occhi al cielo, se non hai tempo di passare a salutarlo direttamente e vedi che stai meglio. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo consiglio, Marta! LO seguirò, grazie! Un abbraccio.

      Elimina
  6. Ma mi dispiace di essermi persa per la strada questo post! Come ti capisco... ci sono giorni in cui sembra che vada tutto storto e tutti i nostri sacrifici si perdono in un mare di frigni (loro e nostri!!).
    Io penso che quando succede così occorra spezzare la routine. In questo la primavera aiuta: soprendi i tuoi figli "soprassandoli a destra". Proponi un pic-nic sul prato, una maratona di cartoni animati, una spesa "pazza" (tipo una merenda al bar, per noi che non siamo abiutati sembra una cosa di gran lusso). Non so, spesso mi accorgo che quando mi riduco così spesso è perché anche loro si stanno annoiando, e io presa dalla routine non mi accorgo che ci vorrebbe così poco per cambiare le cose.
    In bocca al lupo! E una preghiera...
    Cristina

    RispondiElimina
  7. Grazie Cristina, grazie davvero! Penso proprio che tu abbia ragione, solo che ultimamente è come se mi sentissi invecchiata di cent'anni tutto in un colpo e non riuscissi più a far emergere quella parte bambina di me che si diverte a giocare, mettersi al loro livello, a infrangere (perchè no!) le regole.
    Comunque, se non mi arrendo, è anche grazie al sostegno e all'esempio di chi, come te, spende tutto il proprio tempo con e per i figli, per accompagnarli nella crescita nel modo migliore possibile, guardandoli ogni giorno con occhi nuovi e pieni di grato stupore...Torna presto a trovarmi! Un abbraccio, Ale

    RispondiElimina

DIMMI! SONO TUTT'ORECCHI!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...